5G: centoventidue effetti clinici

5G, 4G, Radiazioni naturali ionizzanti Gamma e inquinamento elettromagnetico

5G

“5G, fa male oppure no?” me lo chiedono in molti, tuttavia, per elencare i centoventidue danni da radiazioni che produce il 5G, occorrerebbe scrivere un trattato come hanno già fatto molti scienziati che, ahimè, non godono di molta pubblicità. In questo articolo però, non ti parlo solo dei danni che producono le radiazioni 5G, ti informo anche sulle radiazioni naturali ionizzanti Gamma e inquinamento elettromagnetico.

Considerala una breve guida di un lunghissimo argomento che può essere trattato bene solo di persona poiché è una materia molto complessa e, come tale, richiede dei test fisici (del tutto sicuri per la salute) da eseguire sul corpo.

E’ più pericoloso il 5G oppure le radiazioni naturali (ionizzanti) Gamma

Sono pericolosi entrambi. Partiamo dalle Radiazioni Gamma

Le radiazioni naturali del sottosuolo rappresentano un pericolo importante ma ancora poco conosciuto e considerato. La radioattività naturale del suolo esiste da sempre e, di per sé, potrebbe non costituire un problema. Tuttavia, stazionando su di esse (emissioni) per certo periodo di tempo, tali radiazioni diventano oltre che pericolose, dannose. Esattamente così come la “goccia continua rompe la pietra” le radiazioni naturali “polarizzate”, possono causare seri danni.

Vi sono tre tipi di radiazioni naturali (o ionizzanti):

1) le radiazioni Alfa, che si possono anche schermare con un normale foglio di carta

2) le radiazioni Beta, che è possibile schermare con del legno di un certo spessore e/o con uno strato di alluminio

3) le radiazioni gamma, che hanno invece una capacità di penetrazione molto elevata e superano molti strati di cemento armato.

Tale capacità di penetrazione rende del tutto inefficace anche la scelta di abitare a “piani alti” e, nonostante comuni, enormi, basi di cemento armato, con le quali sono costruiti gli edifici, tali radiazioni riescono comunque a raggiungerti anche se abiti in cima al condominio.

Le radiazioni gamma, in un ambiente, si distinguono e possono essere: “diffuse” o “concentrate”.

Le radiazioni diffuse vengono rilevate nell’aria anche tramite un “banale” contatore Geiger e possono provenire anche dai materiali di costruzione; quelle “concentrate” sono definite “radiazioni gamma polarizzate” e sono rilevabili grazie all’utilizzo di un potente spettrometro nucleare munito di polarimetro, utilissimo anche per verificare se sono presenti emissioni gamma sul corpo umano.

La IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) ritiene tutte queste radiazioni ionizzanti come “sicuramente cancerogene per l’Uomo” (GRUPPO 1), indipendentemente dalla quantità di energia rilasciata e dal potere di penetrazione

Ciò vuol dire che ogni piccola dose di radiazione rischia di generare il cancro su una persona durante tutto l’arco della sua vita. Non esiste una soglia di esposizione sotto la quale bassi livelli di radiazione possano essere dimostrati e/o ritenuti innocui o benefici.

Vi sono tre problematiche dovute all’esposizione diretta di radiazioni ionizzanti Gamma:

  1. Ipotermia tiroidea (con l’uso di apparecchiature tecnico-medico-scientifiche, si può verificare)
  2. Eccitazione anomala del muscolo cardiaco (holter)
  3. Minor espansione del diaframma (respiro corto) Nota Bene: se poni tuo figlio neonato nella culla, ed essa si trova su di un “punto gamma”, al mattino lo troverai in un altro punto della culla, proprio perché tale esposizione gli impedisce di respirare correttamente!!!
  4. Chi è dotto in medicina cinese sa cosa sono i meridiani e sa come funzionano: stazionando su un punto gamma, o facendo stazionare il paziente su un punto gamma, la diagnosi non potrà che essere falsata proprio per la posizione del lettino, ne sarà evidente che tutti e dodici i meridiani saranno in disarmonia.
  5. Allo stesso modo, un praticante di meditazione, arti marziali, sport, attività di qualsiasi genere che si troverà a stazionare in quei punti specifici avrà inevitabilmente un calo della forza ed una ridotta capacità di movimento! (Immagina di metterti a meditare o fare QiGong su un punto gamma…)

Per vedere con i propri occhi cosa accade ad un essere vivente posto su di un punto gamma, può, dopo averlo individuato: acquistare due piccole piante in vaso (identiche) e porne una sul punto gamma, l’altra su un punto “pulito”. La pianta sul punto gamma non potrà mai crescere e avvizzirà, mentre quella vicina, continuerà il suo ciclo vitale normale. 

Radiazioni naturali (ionizzanti) Gamma e autismo

Si è potuto verificare che, una madre sottoposta a massiccia irradiazione naturale gamma genera figli autistici.

All’interno del nostro corpo vi è il Potassio40 che è radioattivo. Normalmente, senza contaminazione da radiazioni gamma, il Potassio40 decade in Carbonio40. Tuttavia, dopo periodi di esposizione a tali radiazioni, il Potassio40 muta il suo decadimento, decadendo in Argon40. L’ Argon40 si stabilizza catturando un elettrone e quindi emette un fotone di tipo Gamma. Da quel momento, in quella specifica parte del corpo la persona emetterà fotoni gamma per tutta la vita, a meno che non inizi la fase di decontaminazione.

Ti faccio un esempio: Supponendo che il punto di emissione di quel fotone gamma, sia localizzato sul fegato, NESSUN FARMACO E NESSUNA TERAPIA AVREBBE EFFETTO sul fegato! Per far si che terapie, farmaci ecc tornino a svolgere la loro funzione è necessario iniziare il processo di decontaminazione.

Allo stesso modo, un alimento, posto su un punto gamma, diventa nocivo e pericoloso per la tua salute.

Attenzione alle truffe: Ad oggi non esistono farmaci, polveri, gel, rituali, terapie energetiche, in grado di decontaminare una persona da radiazioni gamma. L’unico rimedio è non stazionare più sopra i punti che emettono gamma.

Naturalmente non sei condannato a morire o essere ammalato, esistono dei dispositivi specifici, con le relative documentazioni (rilasciate da università e da enti appositi), che ti proteggono da tali radiazioni gamma. Vero è che non si possono annullare ma è possibile, e dimostrabile, che tali dispositivi siano in grado di impedire la penetrazione dei gamma all’interno del tuo corpo e quello dei tuoi figli. 

 

Tecnologia 4 e 5G, sono sicure per la salute dell’uomo? No. Assolutamente no.

Con il termine 5G si indicano le tecnologie e gli standard di quinta generazione successivi ai 4G. Questa nuova tecnologia della rete mobile aumenta di molto la velocità di trasferimento dei dati rendendo reale quel si- stema definito “internet delle cose” ossia quel sistema per cui vari oggetti potranno connettersi alla rete per “migliorare e facilitare” la vita quotidiana. In realtà tutto ciò contribuirà a inquinare,  elettromagneticamente, ancor di più la tua casa!

Tale progresso tecnologico deve però tener conto degli effetti elettromagnetici che le antenne di trasmissione immettono nell’ambiente esterno ed interno e che vanno quindi ad inquinare anche l’organismo umano.  Nel lontano 1972, la Marina Militare Americana pubblicò uno studio che dimostrava il nesso tra ben centoventidue effetti di disturbo e le microonde. Nella pubblicazione, la Marina degli Stati Uniti aveva presentato il risultato di una enorme ricerca che collega i segnali wireless deboli (radiazioni a microonde) a ben centoventidue effetti biologici sfociati in manifestazioni cliniche.

Adoperando un classico generatore di frequenza è possibile sottoporsi e verificare con effetto istantaneo gli effetti di tali radiazioni sul Sistema Nervoso Autonomo e, in particolar modo, la modifica da stato (Normotonico), Simpaticotonico a stato Vagotonico (perdita tono muscolare che si verifica abitualmente quando si è in stato di relax o quando si termina la fase attiva di una malattia, con tutte le pericolose complicazioni del caso). Quanto divulgato dalla Marina Militare Americana è stato ripreso e poi pubblicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 1974.

Se già il 4G è dannoso e, gli stessi produttori dei vostri smartphone, scrivono di tenere il vostro telefono ad almeno 1 centimetro dal corpo, immaginate cosa accadrà con il 5G dato che, l’emissione non avverrà come per il 4G (per farvi un esempio) “in linea” ma avverrà a “nebbia” quindi, che stiate telefonando oppure no, ne sarete colpiti per forza!

E’ possibile proteggersi da queste radiazioni naturali Gamma e dagli effetti dannosi delle frequenze 4 e 5G?

Assolutamente sì, non solo è possibile ma è fondamentale!  Sono disponibile ad accoglierti nel mio studio per dimostrarti in che modo radiazioni ionizzanti gamma e apparecchiature elettroniche  compromettono già la tua salute e proporti, come sempre, una soluzione.

“L’unica terapia efficace, è breve”

 

Klaus

 

 

 

 

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *