I vaccini sono pericolosi?

SE LO SONO, PERCHE’ I VACCINI SONO PERICOLOSI?

vaccini - sono - sicuri

In merito ai vaccini è bene innanzitutto dire che vi è una pessima informazione generata più dall’abitudine a credere che dalla reale percezione. Il più delle volte, a trattare l’argomento, è il personaggio pubblico colluso con diverse case farmaceutiche e politicizzato. E’ sufficiente vedere anche gli ultimi articoli recenti riguardanti il “prezzemolino ” italiano sostenitore dei vaccini che lo vedono legato a doppio filo con diverse società farmaceutiche). Io, che di interessi economici non ne ho, desidero fornire informazioni chiare e reali.

Ecco il video: quale governo italiano ha firmato clausole in cui si favorisce la casa farmaceutica (sposta il cursore al minuto 44:10)

Il comune genitore si trova tra incudine e martello ed è ubriacato dai media, che svolgono un’ ottima campagna pubblicitaria a favore delle case farmaceutiche. Sentendo poi l’opinione di chi è contro la pratica dei vaccini (che spesso argomenta in modo pessimo o addirittura mostra il suo corpo ricoperto di tatuaggi*), ne esce confuso e, nel dubbio, che sia per sfinimento o messaggi sbagliati continuamente passati in televisione, prende il suo figlioletto e lo conduce dall’operaio del sistema sanitario nazionale che, con un iniezione, gli “risolve” la situazione.

La domanda che viene posta spesso è: come mai da qualche anno si pensa che i vaccini siano la causa di malattie autoimmuni, e perché prima “se ne sentivano di meno di queste notizie “?

LA VERITA’ SUI VACCINI

Al di la delle scoperte del prof. Montanari, che di per se dovrebbero far rabbrividire e riflettere chiunque con un po di sano intelletto.

Ma tralasciamo per un momento i vari metalli pesanti che, come è stato dimostrato, sono stati rinvenuti nei vaccini sottoposti a test e portiamo l’attenzione ad un altro aspetto, forse più importante: la compatibilità tra l’organismo di coltura (embrioni di pollo, altri animali e feti abortiti) ed il sistema immunitario dell’organismo ricevente. Le moderne vaccinazioni, per essere riprodotte, hanno bisogno di un “ospitante vivo”.

Le ersone di gruppo sanguigno B e AB, ad esempio, hanno un sistema immunitario che non è compatibile con delle sostanze contenute nella carne pollo. Il pollo, pur essendo uno dei cibi più diffusi al mondo, non è assolutamente adatto a quella categoria di persone. Infatti, i muscoli e gli organi interni di questo animale, contengono una lectina particolarmente pericolosa per il loro sistema digerente. Il consumo di questa lectina, a lungo andare, può favorire la comparsa di disturbi circolatori e immunitari. (Sarebbe intelligente raccogliere i dati e creare uno storico veritiero, verificando,  se i bambini a cui è stato diagnosticato l’autismo dopo il vaccino, appartengono o no a questi gruppi sanguigni e in quale coltura è stato creato il determinato vaccino. Sono sicuro che ne rimarrete sorpresi).

I FETI ABORTITI

In merito ai feti abortiti La Dott.ssa Theresa Deisher, fondatrice e presidente del Sound Choice Pharmaceutical Institute, annunciò già nel 2009 di aver trovato la soluzione: feti umani abortiti usati nella produzione dei vaccini**

Nel 1979, la produzione del vaccino trivalente (morbillo, parotite, rosolia; MPR) passò dall’uso di cellule animali all’uso di cellule provenienti da feti umani abortiti. A seguito, negli anni ’80, i casi di autismo aumentarono vertiginosamente, prima negli Stati Uniti e dopo in Inghilterra e nel resto del mondo. Ovviamente anche l’Italia, non potendo essere da meno, si adattò a tale abominevole pratica.

Un nuovo studio presentato nel 2010 al Meeting Internazionale per la ricerca nell’autismo documenta la connessione.

“La correlazione temporale tra l’introduzione nei vaccini di DNA dai feti abortiti e gli aumenti di autismo è evidente. Le statistiche la mostrano nel corso di decine di anni e in diversi continenti. La correlazione temporale è più significativa di quella del mercurio,”

L’uso di cellule derivanti dai feti abortiti implica la presenza residuale di DNA umano nei vaccini.

I frammenti residuali di DNA umano possono trasmigrare fino al cervello dove, con un processo chiamato ricombinazione omologa, si uniscono al materiale genetico del mal capitato bambino. Il sistema immunitario del bambino riconosce il DNA estraneo proveniente dai vaccini. La stretta somiglianza di questo DNA, a quello proprio, può spingere il sistema immunitario ad attaccare le cellule del proprio corpo – innescando una malattia autoimmune.

La pericolosità dei frammenti di DNA umano è dovuta al fatto che la probabilità di ricombinazione di questi frammenti con il materiale genetico di chi è stato vaccinato è un miliardo di volte più alta di quella che sarebbe con l’uso di cellule animali. Inoltre, parecchi dei siti preferenziali di ricombinazione sarebbero nei cromosomi X, in siti associati all’autismo.

Quindi l’unico modo di procedere sarebbe l’immediata sospensione dell’uso di cellule umane nella preparazione dei vaccini, così come una generale rivalutazione scientifica della pratica vaccinale?

COSA FARE

No. Mi spiego: sicuramente è possibile produrli senza tali schifezze al loro interno, ma l’attività vaccinale dovrebbe essere sospesa poiché è indiscutibilmente vero che il vaccino, qualunque esso sia, non garantisce mai l’immunità completa proprio perché, come spiego nell’altro articolo ” il punto di vista dei microbi ” non è possibile togliere ad un organismo la possibilità di attivare determinati programmi biologici e sensati utili al mantenimento della specie.

Ad oggi, non esistono studi (seri) sulla efficacia e l’innocuità dei vaccini a lungo termine, piuttosto ne è confermata la pericolosità (vedi note). Quindi è urgente che si inizino studi veri sugli effetti a lungo termine delle vaccinazioni, comparando popolazioni vaccinate con quelle non vaccinate, confrontando le abitudini alimentari al sistema immunitario, l’inquinamento ambientale, la storia genealogica ed anche alle connessioni mente e psiche e non solo ..in tema di salute, la salute vera, c’è ancora molto da dire e lo dirò.

* ogni tatuaggio, soprattutto quelli estesi, crea insieme ai piercing, gravi interferenze energetiche e relative intossicazioni da metalli pesanti. Il nostro corpo è percorso da una fittissima rete di canali energetici, i meridiani. Tali pratiche interferiscono proprio con questi sistemi e con il libero fluire del nostra Energia (Qi) che vi circola.

** Nota bene: su internet sono presenti diversi siti di regime che, con linguaggio politico, tendono a distogliere l’attenzione dalla verità divulgando bugie a riguardo di questa notizia.

Un bravo medico vede il suo paziente al massimo tre volte nella vita: la prima per la diagnosi e la cura, le altre due per gustarsi un buon caffè.

L’unica terapia efficace, è breve

Note e bibliografia riservata agli iscritti 

 

Per supportare le mie ricerche puoi effettuare una donazione dell’importo che desideri.


“Non accettare quello che non puoi restituire, poiché l’equilibrio della vita è basato sulla reciprocità.”

 

Klaus

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *